L’anno nero 2020: la testimonianza di Marino (team Biofficina)

Ciao Barista, con il nostro blog abbiamo raccolto un po’ di testimonianze dell’anno nero che abbiamo attraversato.

Vogliamo dare un volto ed una voce agli Imprenditori del mondo dei bar, a tutti i baristi e a tutte le attività che gravitano intorno a questo mondo.

Ci tengo a ringraziare personalmente tutte le persone che hanno accettato di rispondere a questa breve intervista, e invito chiunque voglia partecipare a scriverci una mail a [email protected].

Ma lasciamo la parola ai nostri ospiti, oggi abbiamo con noi Marino, ma ci penserà lui a presentarsi.

Ci fai una piccola presentazione di te e della tua attività?

Ciao mi chiamo Marino, classe 75 da piu di 30 anni lavoro nella ristorazione sono f&b manager;

negli anni ho gestito diversi locali, ho lavorato per importanti catene di ristorazione nazionali sempre con ruoli direttivi.

Attualmente lavoro al progetto BIOFFICINA.

Il mio locale è situato a Mirandola in provincia di Modena.

BIOFFICINA è una piccolissima caffetteria gourmet dove ampio risalto è dato dalla frutta e al filone del BIO.

Lavoriamo solo con materie prime fresche e freschissime. Per la caffetteria offriamo due diverse miscele biologiche , piu 5 differenti monorigini.

Utilizziamo solo brioches fresche di pasticceria e non abbiamo alcun tipo di prodotto a gelo.

Con la frutta realizziamo macedonie ed estratti fatti al momento dove il cliente ha facolta’ di comporre il succo a suo piacimento.

Prima dell’anno nero appena passato e della pandemia, come andava la tua azienda, potevi definirti contento?

Prima della pandemia il lavoro andava molto bene. Il mattino si apriva al pubblico alle 4 e 30 con i turni degli operai , poi dritti fino alle 18, il pranzo si lavorava abbastanza bene con banche e manager di aziende.

Come era il tuo stato d’animo e cosa hai provato alla comunicazione del lockdown?

Alla comunicazione del lockdown è stato come ricevere un pugno allo stomaco in 30 anni di lavoro MAI E POI MAI avrei ipotizzato una chiusura.

Era un qualcosa di inconcepibile , inimmaginabile.

Nel mio lavoro non esiste giorno di chiusura, ponti, ferie …… è stata dura

Sappiamo tutti che brutto periodo è stato quello del lockdown, cosa facevi per tenerti impegnato?

 Ho passato intere giornate a studiare, reinventare, pensare, il tutto pero’ con la consapevolezza dell’impossibilità a fare qualsiasi cosa sopraffatto dal potere mediatico dei media e dei continui dpcm.

Come ti sei organizzato con il tuo bar per la riapertura?

Alla riapertura del bar , con il mio staff , siamo ripartiti con asporto, delivery. Abbiamo inserito un menù tutto nuovo e nel giro di una sola settimana il lavoro ha ricominciato a girare superando di parecchio l’anno precedente.

Come vanno gli affari oggi?

Oggi gli affari vanno bene nonostante queste continue chiusure.

Ogni volta che riapriamo i nostri clienti tornano tutti e questo non puo’ che farci piacere

Quale è il tuo desiderio per il 2021 e cosa ti piacerebbe accadesse?

Speriamo che nel 2021 questa pandemia finisca e si possa tornare al bar in totale serenità.

MARINO team BIOFFICINA

Ringraziamo ancora Marino, e vi invitiamo a contattarci se volete raccontarci anche voi la vostra storia, dell’anno nero appena passato.

Scrivici una mail a: [email protected]

Continuate a seguirci e iscrivetevi alla newsletter per ricevere gli articoli del blog direttamente al vostro indirizzo email

[mc4wp_form id=”1530″]

Alla tua Libertà

Mirko Bifano

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

QUIZ GRATUITO

che barista sei?