NON C’È PIU’ SPAZIO NELLA PALUDE DI MEZZO, COSA DEVI FARE PER NON RIMANERE ANCORA NELLE SABBIE MOBILI.

22 Aprile 2020 0 Di baristalibero
NON C’È PIU’ SPAZIO NELLA PALUDE DI MEZZO, COSA DEVI FARE PER NON RIMANERE ANCORA NELLE SABBIE MOBILI.

Ciao Barista,

ho il piacere e soprattutto il dovere, di scrivere l’articolo N.237 del Blog di Baristalibero.com , dove come ben sai, o se sei entrato da poco, siamo gli unici a fare consulenza strategica di marketing  per Bar, schierandoci da quasi due anni dalla parte dei Baristi.

Coinvolgiamo, cerchiamo di indirizzare e mettiamo sul campo di lavoro, tutte le nozioni intraprese con il nostro sudore e sacrificio, imparando soprattutto dagli sbagli, riuscendo così a trasmettere ai baristi, quali sono i percorsi da perseguire in questa nuova era lavorativa.

Devi assolutamente metterti d’impegno e arrivare fino in fondo, rimarrai sorpreso, capirai il perché e ne andrà del tuo bene, della tua attività e del tuo futuro.

ANDIAMO AVANTI.

In questo articolo che cosa NON troverai e perché:

  • NON ti svelerò l’ennesimo 100% Arabica speciale, unico, che non conosce nessuno.
  • NON ti svelerò i 7 segreti del Caffè con i 7 principi trovati in 7 cassetti.
  • NON ti dirò che se comincerai a fare anche tu Specialty ti salverai.
  • NON ti parlerò di come estrarre il Miglior Espresso in assoluto…
  • NON ti dirò che tornare alla normalità sarà facile.
  • NON ti dirò che #andràtuttobene.

NIENTE di tutto ciò! Avresti preferito la bacchetta magica, dì la verità… non l’ha mai avuta nessuno! Remember?

Ma ho ben altro

Seguimi….

Capirai invece che:

  • CHI si differenzierà dalla concorrenza avrà vinto.
  • CHI lavorerà in maniera NUOVA ed efficace andrà avanti.
  • CHI oggi si trova avvantaggiato rispetto alla concorrenza e perchè
  • CHI capirà che è più IMPORTANTE lavorare che avere la mega-ideona, starà meglio.
  • CHI accetterà i Nuovi dettami del commercio, andrà avanti, rispetto alla concorrenza.

Ma perché lo facciamo? E soprattutto, chi sono i nostri Maestri? Chi li ha definiti tali? I nostri mentori a cui ci affidiamo moltissime ore tutti i santi giorni, sabati, domeniche, feste comprese….

Quotidianamente studiamo da loro, leggiamo testimonianze, applichiamo ciò che dicono, aspettiamo sempre le ultime novità dalle loro esperienze negli Stati Uniti, in Asia e nei mercati emergenti.

Innanzitutto lo facciamo perché crediamo tantissimo nel lavoro, dopo o prima della salute sono punti di vista. Crediamo nelle persone valide, nell’innovazione, nell’evoluzione, nel migliorarci ogni giorno di più.

Commettiamo degli errori certo, ma, impariamo da essi, correggiamo la strategia che non ha funzionato oppure miglioriamo quelle che ci hanno dato risultati scarsi.

Esistono forse certezze nella vita?

Sono sicuro che anche tu come me, almeno un paio di volte nella vita, hai avuto Capi, Superiori o Titolari molto bravi, in gamba, pragmatici, di successo e ti sei ispirato a loro.

Ecco, succede la stessa cosa a noi di Barista Libero.

Ma come e perché abbiamo dato vita quasi due anni fa a Barista libero?

Perché ci stavamo accorgendo che il mondo del Bar, del lavoro e così anche della ristorazione in generale stava mutando. Troppe troppe attività per la maggior parte dei casi tutte uguali fra loro. Non poteva durare a lungo. Non esiste questa cosa che tutti hanno il “diritto” di lavorare. Il libero mercato è ‘na guerra.

Come nella vita, così anche nel business, o si vince o si muore!

Non stava “cambiando”, come ho letto di recente su qualche intervista da parte di qualche barista, che “pensava” che il cambiamento stava arrivando ma tra 10-15 anni, invece, stava per essere, travolto!

Lasciando sul campo di battaglia, fallimenti su fallimenti con vittime esanime e corpi mutilati da tasse, imposte di tutti i tipi sempre più alte, margini sempre più risicati, sistemi socio-economici rivoluzionati dalla globalizzazione.

Praticamente, un nuovo MODO di lavorare sarebbe ben presto arrivato.

Ed eccoci qui, 19/04/2020, il Corona-Virus ormai lo conosciamo tutti, a Gennaio purtroppo, MAI Mirko ed io avremmo pensato ad uno STOP delle attività commerciali di 2/3 mesi….robe d’altro mondo!

Incassato il colpo e lezione imparata. Mai sottovalutare niente, tutto può succedere.

A fine Febbraio avevamo anche partecipato ad un evento di Marketing di 2 giorni, con oltre 5.000 pax allo Stadio di Rimini. L’inizio del Lock Down era alle porte.

Insomma, questo Corona Virus caro Barista non è altro che un Mega-problema, arrivato da “fuori” e che una volta in Europa ha fatto un enorme polverone sulle Già presenti sabbie mobili.

SEMBRA, e dico SEMBRA….che qualcuno voglia dar TUTTA la colpa esclusivamente al Corona Virus!!

Di problemi finanziari a livello “Itaglico” ed europeo, sotto sotto ce n’erano già tanti e questa occasione, anche se drammatica a causa di vittime e malati, è servita ai “lorssignori poltronari” anche per nazionalizzare qualche aereoplanino di stato (o sbaglio?) , assegnare qualche poltrona ad amici di amici e …..ricorrere a semi-aiuti Europei, para-pubblici, che non arrivano, che non ci sono, ancora e ancora più debito pubblico, insomma….un macello!

RISULTATO? Migliaia e migliaia di Bar e aziende in difficoltà economica e non solo.

Talk show che danno voce a imprenditori scontenti, insoddisfatti o altro ancora. Ok, ognuno è libero di fare ciò che crede più opportuno. ( in questo momento che ti sto scrivendo 23:26, ho ricevuto video/foto da parte di un mio familiare, che mi sta facendo vedere n’altro video di Barista arrabbiato in tv)

Domanda: ok, è arrabbiato. Capisco, mi spiace per la situazione! Ma prima……mesi fa? Due anni fa?

SI ERA PREPARATO AL CAMBIAMENTO CHE STAVA ARRIVANDO? Magari SI e ne sarei felice, o forse NO…

Risposta: Silenzio.

Video virali di Baristi da Nord a Sud, incazzati neri perché lo “Statoh” fa poco (quale statoh?) , video con 650.000 visualizzazioni, tanti a gridare allo scandalo, tanti contro il “covernoh del granteh frattelloh”.

Ragazzi dai, non staremo mica a chieder aiuto a questi qui? Ma ti sembrano adatti a risolvere qualcosa?

Non hanno MAI gestito se stessi, MAI, saranno adeguati a rimettere in moto un paese che però hanno fermato?

DISTACCHIAMOCI!

Noi di Barista Libero, da anni abbiamo i nostri Maestri PRAGMATICI! E poi riferiamo a te, Barista

Attenzione! Imprenditori VERI E PROPRI! Gente che da giovane dipendente aveva preso  CALCI IN CULO&CAVIGLIE , che ha fatto la gavetta in aziende private, ma tanti CALCI, tanti sbagli, tanti spigoli in fronte , e che dopo aver capito i loro errori ed avendo sostenuto delle esperenze all’estero, apprendendo da persone di SUCCESSO, ora INSEGNANO E TRASMETTONO queste lezioni di LAVORO E VITA VISSUTA SUL CAMPO.

Ora mi calmo. 🙂

Chiamati tali proprio dai propri studenti! Piccoli-medi imprenditori di svariati settori che, anni fa, a causa di 100 difficoltà economiche e non solo, hanno studiato ed applicato ciò che dicevano in termini di tecniche moderne di Marketing, differenziazione della propria azienda sul territorio e posizionamento del tuo Brand nella mente dei tuoi clienti!

DIMOSTRANDO aumenti di fatturato, aumento di utili, aumentando esponenzialmente il numero dei clienti soddisfatti dopo aver cambiato approccio al lavoro e MIGLIORANDO la vita privata e la  vita dei collaboratori.

Non male no?

Differenza? Loro sono BRAND affermati ed i LORO CLIENTI, non si dimenticheranno delle loro aziende, prodotti e servizi.

Questo perché in tempi di pace, dal 2012 al 2019 hanno studiato, lavorato e trovato quale fosse l’elemento differenziante rispetto alla concorrenza. Non hanno continuato a lavorare come “si è sempre fatto” , o continuando a fare la guerra del prezzo al ribasso. Si sono specializzati in qualche cosa che li ha fatti emergere rispetto agli altri.

Un dentista ha eliminato la clientela maschile e si è focalizzato TOTALMENTE sul sorriso femminile, SUCCESSONE

Un meccanico ha inventato il Tagliando Trasparente, consegnando foto dei pezzi vecchi smontati al cliente, SUCCESSONE.

Un Hotel 3 Stelle in Toscana si è differenziato rispetto alla MAREA OCEANICA di ***stelle presenti, dando il servizio “La prima crociera in Versilia su terra ferma”, SUCCESSONE.

Costruttore di arredamenti, che capendo l’andazzo di mercato, costi di gestione in Italia sempre più elevati ha trovato la soluzione decidendo di focalizzarsi solamente sulla nicchia più alta di clientela, alzando il livello di qualità in maniera incredibile e lasciando tutti nella PALUDE a combattere con le ciabatte di cartone. Punto.

Facile? No! Ma fattibile.

Baristi, Ristoratori, Pasticceri e Gelatieri, ce ne sono? certamente SI!

Barista che ha saputo valorizzare i propri prodotti dandogli assoluta esclusività e vendendoli off-line e on-line.

Gelatiere che ha fatto emergere il suo Gelato in Sicilia rispetto alle altre 32.963 gelaterie presenti.

Ristoratore che VENDE divertimento, oltre alle sue pietanze. SUCCESSONE

E potremmo andare avanti ancora con tantissimi esempi.

Era difficile immaginare tutto ciò prima che accadesse, ma loro ce l’hanno fatta.

Facile a dirlo, difficile a farlo…ma non impossibile!

NIENTE è IMPOSSIBILE!

Ecco perché NON C’è PIU’ SPAZIO NELLA PALUDE DI MEZZO

CIò CHE DOVRAI FARE PER NON RIMANERE ANCORA NELLE SABBIE MOBILI

sarà quello di DIFFERENZIARE il TUO BAR dagli altri!

Trova la tua nicchia, in alto, o in basso, diversifica le vendite, al dettaglio ma anche on-line, crea la tua lista  clienti e comunica loro i tuoi prodotti, servizi e disponibilità.

Assecondali, in questo periodo difficile di ripresa post emergenza sanitaria, dai vita ad una campagna mirata a rassicurare i tuoi clienti sul livello igienico.

Intanto, se non hai ancora scaricato il VOLANTINO-BAR SCIENTIFICO, ti consiglio di farlo. Perché?

Perché mentre le persone ricominceranno a riavvicinarsi, a capire che questa emergenza è passata, TU avrai la tua ARMA attira clienti!

*****

SORPRESA! E’ 00:16 di una Domenica sera… e sai con chi ho avuto l’onore di scrivermi su messenger proprio in questo momento?

Con FEDERICA. Barista di Roma. Ragazza super-intraprendente, che fa parte di una stretta cerchia di Baristi (Pietro, Simone, Biagio, Gabriele, Davide, Stefano) volti all’innovazione, e che seguono da un po’ di tempo Barista Libero.

Sai di cosa abbiamo parlato?

Di come stanno andando le cose a Roma, di cosa sarà necessario fare nel suo Bar una volta riaperto, a quante attenzioni dei suoi clienti darà risalto, a cosa fare ovviamente per differenziarsi dagli altri concorrenti!

Insomma….hai capito la differenza tra Federica e quello che si stava lamentando in TV?

Capisco che il momento sia difficilissimo, mi spiace davvero, ci si arrabbia e si tenta l’aiuto dagli enti o chissà chi. Ma se in tempi di pace, avessi compiuto quelle azioni che invece i tuoi concorrenti hanno fatto, ora sarebbe tutta altra storia.

Metti il mi piace sulla nostra pagina Facebook di Barista Libero, studia e innova ne tuo settore!

Confrontati con noi e tanti altri Baristi sul, Gruppo Pubblico di Barista Libero

Oppure se vuoi delle info che riveliamo solamente via e-mail ti basta iscriverti alla newsletter

Non ci disturbi, non svegli nessuno, e anche se un giorno un tuo messaggio lo farà, TRANQUILLO,

Ti difenderò a SPADA TRATTA! Dobbiamo aiutare i Baristi a differenziarsi e portarli al successo. Punto.

INOLTRE, SPEGNI LA TV!

Ricorda:

  • Il Barista sei tu, l’Impresa è la tua, le tasse sono alte ma non è il problema principale
  • l’Italia è il Paese Migliore del Mondo
  • Gli ITALIANI se vogliono sono GENI INCONTRASTATI
  • I Clienti DEVI PRENDERLI TU e lasciare gli altri nella palude di mezzo
  • Il Turismo RITORNERÀ
  • Soldi in giro ci saranno ancora!! SARAI PRONTO A CALAMITARLI TUTTI?
  • Leggi 237 articoli di Barista Libero e ti salverai prima di quanto tu possa chiedere andando a votare non so chi!!

Sfogati con noi prima che lo facciano i  tuoi concorrenti, raccontaci quali sono i casini che assieme andremo a risolvere, e i CLIENTI te li manderemo noi! Cosa aspetti ad iscriverti alla newsletter?

Alla Tua Libertà

Giacomo Grosso

Giacomo Grosso