(CONOSCERE IL MERCATO) PERCHÉ STARBUCKS CI HA MESSO TANTO AD ARRIVARE IN ITALIA?

11 Aprile 2019 1 Di baristalibero
(CONOSCERE IL MERCATO) PERCHÉ STARBUCKS CI HA MESSO TANTO AD ARRIVARE IN ITALIA?

L’altro giorno facevo una riflessione, ma come mai una multinazionale come quella di Starbucks che è presente in tutto il mondo, ha capitali tali da poter aprire ovunque desideri, sia arrivata in Italia solo adesso?

Eppure il nostro paese dovrebbe essere attrattivo dal punto di vista dei consumi.

Certo è anche vero che non è attrattivo a livello imprenditoriale e di tassazione, e qualsiasi azienda è frenata dall’investire in Italia, bisogna per forza avere un partner presente sul territorio che si occupi di risolvere tutti i problemi con la burocrazia, il partner in questo caso è Percassi, una grande azienda italiana capace di portare Starbucks in tutta Italia.

Ma perché ci ha messo tanto ad arrivare?

A mio avviso per una difficoltà oggettiva del mercato.

Starbucks ha aperto in Italia modificando alcune piccole cose rispetto agli altri negozi all’estero, perché?

Perché ogni mercato è differente dall’altro, puntare tutto sul dolce come potete trovare in qualsiasi starbucks americano non sarebbe stata una scelta saggia in Italia, dove l’italiano dopo una certa ora del mattino già passa al salato.

Mi stupisco sempre di come una grande azienda come questa sia capace di modificare un sistema rodato per entrare in un nuovo mercato, trovo sia fantastico, e da prendere come spunto quando vogliamo cercare di imporre la nostra idea al mercato.

È giustissimo avere una idea e perseguirla, ma fino ad un certo punto, se questa idea si scontra troppo con il mercato, non si riesce a guadagnare e di conseguenza si rischia di farsi male.

Quindi da questa riflessione fatta con voi “ad alta voce”,

 credo ci sia da imparare che quando stiamo

 per aprire un azienda, un locale, un bar dobbiamo conoscere

molto bene il mercato in cui ci stiamo andando a scontrare,

mi rendo conto che sembra “il segreto di pulcinella” ma in realtà non lo è,

perché tante persone aprono un bar o un locale o non essendo completamente del settore quindi con una conoscenza del mercato praticamente nulla

o non conoscendo praticamente la zona,

questo avviene anche all’estero dove vedo annunci rivolti all’Italia di locali in vendita, ci sono persone che partono alla cieca perché magari stanche di lavorare Italia, fanno un investimento importante e poi si trovano in difficoltà perché non conoscono il mercato in cui si trovano.

Trovo che dobbiamo cercare di prendere il meglio dalle grandi aziende, e questa capacità di adattamento al mercato da parte di Starbucks mi piace e la prenderò come esempio.

Voi cosa ne pensate?

Credete che imponendo la vostra idea prima o poi riuscirete lo stesso?

Rispondi sul gruppo pubblico di Barista Libero

Ed iscriviti alla nostra newsletter

 

 

 

 

Alla tua Libertà

Mirko Bifano

Mirko Bifano