Non vogliamo più Specialty Coffee di qualità, vogliamo Regular Coffee di qualità!

Ovviamente il titolo è una provocazione, noi amiamo gli specialty coffee, ma siamo dell’idea che sono comunque una nicchia, sono come i vini pregiati, devono essere degustati da chi se ne intende!

Piuttosto un grande obbiettivo che ci poniamo è di alzare il livello del caffè medio venduto nei bar italiani!

È Questa la vera sfida!

Far diventare i baristi consapevoli del prodotto che stanno vendendo,

senza dover per forza vendere specialty coffee, ma vendendo caffè di buona qualità,

conoscendone le caratteristiche e le qualità organolettiche.

Da chi è all’interno del mondo Specialty sembra che ci sia stata un’esplosione di interessamento, ed è normale pensarlo, perché ogni giorno vivi tra persone interessate all’argomento,

quindi si pensa che il mondo giri intorno a quello, ma purtroppo la verità è che la maggior parte dei baristi non ha nemmeno idea di questo mondo,

ti basta uscire fuori tra persone che non appartengono allo specialty coffee per capire quanto sia piccola la nicchia di persone interessate.

Un nostro obbiettivo è di far prendere coscienza del caffè, ma per gradi!

Far fare il salto ad un barista che non ha nemmeno idea di cosa sta vendendo ad un specialty coffee è come far passare una persona che ha bevuto tutta la vita Tavernello a bere un bicchiere di Sassicaia.

Siamo sicuri del fatto che possa apprezzarlo, ma andiamo per gradi,

cominciamo ad aumentare la qualità media dei caffè, cominciamo a capire che caffè stiamo utilizzando, da dove provengono, come sono stati raccolti, come sono stati lavorati, come sono stati miscelati,

proviamo le tazze, facciamo un lavoro a monte sul prodotto base che vendiamo all’interno del nostro bar.

Quando parliamo dell’importanza di diventare finalmente responsabili del caffè all’interno del tuo bar,

lo diciamo perché in questo modo “sei costretto” a dover iniziare un percorso di conoscenza del tuo prodotto, quando la tua faccia è esposta, il caffè è prodotto da te, devi sapere cosa stai facendo,

devi formarti e diventare un professionista, poi potrai passare agli specialty coffee e a bere Sassicaia

Ok, si è capito che a noi piace il vino?

Scherzi a parte, comincia con il chiedere informazioni al tuo torrefattore dei caffè che ci sono all’interno del sacchetto che stai già vendendo, se non li vedi collaborativi, inizia a porti qualche domanda.

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevere informazioni utili al tuo lavoro puoi farlo direttamente da qui inserendo i tuoi dati

[mc4wp_form id=”1530″]

Alla tua Libertà

Mirko Bifano

Mirko Bifano

2 commenti su “Non vogliamo più Specialty Coffee di qualità, vogliamo Regular Coffee di qualità!”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

QUIZ GRATUITO

che barista sei?