SCOPRI LA TESTIMONIANZA DI PAOLO CHE HA CAMBIATO LA SUA VITA TOSTANDO IL CAFFÈ NEL SUO BAR (ORA NE HA 4)

Vogliamo ringraziare anticipatamente Paolo, barista, imprenditore, gestore di ben quattro bar nella sua città, per questa sua piccola ma grande intervista/testimonianza.

“Ciao a tutti, per prima cosa desidero presentarmi: mi chiamo Paolo, vengo da Milano, ho 49 anni, sposato con due figli.

All’età di 22 anni ho abbandonato gli studi, non me la sentivo più di proseguire ciò che anni prima avevo scelto, cosi, “sgomitando” a casa e alzando un po’ la voce sono entrato nel mondo del lavoro.

Ero giovane, con tanta voglia di fare, di cominciare a lavorare sodo e così ho fatto,

 venendo assunto come barista in un locale della mia città.

All’inizio non è stato facile, la mia insicurezza era tale da condizionare ogni mia giornata lavorativa, ma la grinta non mancava di certo!

Sono partito facendo i lavori più umili, le pulizie del locale, sudando tutto il giorno fino al punto di essere in grado di servire i clienti stando alla macchina del caffè.

Da quel momento in poi avevo capito cosa desideravo fare da grande. Le giornate erano lunghe ed intense, non sempre facili ma il mestiere del barista mi piaceva. Passano gli anni, raggruppo un bel po’ di risparmi e decido anche di chiedere un piccolo prestito per avviare la mia attività!

UN BEL RISCHIO! Ma ci stava!

Location trovata, qualche lavoro di ammodernamento, corrente elettrica, riscaldamento, contratto con la torrefazione e macchina del caffè in comodato! VIA, SI PARTE!

A 25 anni ero un giovane imprenditore. A 6 mesi dall’avvio, dopo accurati calcoli, non riuscendo a gestire tutto il lavoro da solo,

era il caso di assumere un collaboratore con me.

Arriva in azienda Carlo, mio coetaneo e con la stessa passione del mondo del caffè.

Andiamo fin da subito d’accordo. Carlo è un ragazzo intraprendente, tenace e con il pallino del caffè. Dopo tre anni di lavoro consecutivo e a gonfie vele, avendo ammortizzato l’intero investimento, decido di “investire” un bel gruzzoletto per sposarmi.

MA QUESTO È SOLO GOSSIP ! Andiamo avanti …

Il lavoro nel bar continua, arrivano nuovi prodotti, clienti soddisfatti, Carlo continua a lavorare e a studiare le piantagioni di caffè, le miscele, i dettagli che possiamo modificare in base ai feedback dei nostri clienti. Il tutto mentre la tecnologia avanza, il nostro lavoro si fa via via un po’ più facile…

Ma c’è una cosa che non mi è mai andata bene!!

Il costo della materia prima!

Ogni anno un salasso in più, il mio margine di guadagno sul caffè si stava assottigliando sempre di più, mentre a salire era solo la fattura che dovevo pagare al torrefattore!

Questo di certo era un problema, ed ho iniziato a pensare a come fare per risolverlo.

NON AVEVO IL CONTROLLO SUL CAFFÈ!

Avevo il pieno controllo sulla mia attività, ma non ero padrone al 100% della materia prima più importante!

Carta e penna, assieme a Carlo ci siamo confrontati, abbiamo analizzato le cose che ci servivano: dove nasceva il prodotto, chi lo lavorava e così ho capito perché il costo alla fine era sempre più alto!

 Le TORREFAZIONI con i loro rialzi ci stavano PROSCIUGANDO !

DOVEVAMO ELIMINARE UN PASSAGGIO!

Quello tra la mia attività e il caffè verde!

Avevamo scoperto così che il costo del caffè verde partiva da circa  4€ al kg in su.

VOLEVO COMINCIARE A TOSTARE IL CAFFÈ DA SOLO! IN PIENA AUTONOMIA!

Quindi?

Decido di acquistare una TOSTATRICE per il  mio Bar!

1 metro quadro di spazio, Tostatrice elettrica in Inox (anche da esposizione),  serbatoio da 5 kg, Design Italiano, Tecnologia Tedesca, Senza bisogno di cappa d’aspirazione

Macchina del Caffè di proprietà (di seconda mano) e via….

CI SIAMO! Si comincia a tostare direttamente al BAR!

Ero riuscito con costanza e dedizione ad imparare la tecnica della tostatura, facendo qualche piccolo corso ma soprattutto facendo tanta pratica!

Avvalendomi della più grande azienda italiana importatrice di caffè verde, avevo provvisto il mio bar di una consistente fornitura di caffè verde in sacchi di juta libero e felice di poter tostare quanto caffè volessi e della  qualità desiderata.

Ero riuscito a tostare il mio caffè anche in automatico e da remoto, in quanto la tostatrice dotata di Wi-Fi rispondeva ai miei comandi anche a distanza, controllando la curva di tostatura e i vari parametri di lavorazione.

All’inizio è stato un bel cambiamento, ma grazie al supporto di Carlo, alla piacevole scoperta fatta su Internet, e al sostegno di professionisti del settore, non solo avevo ELIMINATO la fattura della torrefazione, addirittura aumentati i guadagni, grazie al notevole calo del prezzo della materia prima.

Ammortizzato quest’altro investimento in poco tempo, calcolando una media di 2,5 kg di consumo di caffè al giorno.

Vedere i clienti sempre più entusiasti nel vedere dal vivo la Tostatrice all’interno del mio Bar, dovevo ammettere che avevo fatto la scelta giusta.

Negli anni abbiamo creato delle miscele caratteristiche del nostro bar, aperto altri 3 punti vendita, oltre a mettere a disposizione dei pacchetti sottovuoto con il nostro Caffè. Clienti felici, ritornano e parlano bene di noi in città.

Posso dire che dopo 19 anni sono felice e fiero di ciò che ho voluto e saputo creare.”

Bella storia vero?

Sembra reale ma non lo è!

Si, esatto! Il racconto qui sopra non è realmente accaduto!!

Scusami, ma volevo solo farti riflettere con una storia che sembrasse il più reale possibile, perché è qualcosa che è già accaduta e sicuramente può riaccadere. Comunque, anche se di fantasia, ciò non toglie che è così che si dovrebbe fare, valutare i pro e i contro, sedersi e scrivere nero su bianco i numeri e capire se conviene rimanere fermi o darsi una mossa

È vero che questa storia non è reale, ma ti invito a chiedere a qualsiasi barista che ha deciso di tostare il suo caffè se rimpiange la sua scelta, davvero fallo, se c’è qualcuno nella tua città chiedigli se ha fatto la scelta giusta, sono sicuro al 100 % che nessuno avrà rimpianti!

Allora perché tu non prendi seriamente in considerazione la cosa?

Capisco sia un passo importante ma devi iniziare ad informarti e a pianificare,

altrimenti rimanderai sempre e negli anni vedrai i tuoi concorrenti superarti.

Ricordati che noi ti supporteremo in questa scelta perché ci crediamo davvero, non sarà facile ma solo così potrai avere le soddisfazioni che ti meriti, poi, chissà, magari la prossima volta la storia sarà vera e ci sarà il tuo nome!

Incominciare a tostare il caffè nel tuo bar è il segreto che nessun torrefattore vorrebbe MAI farti conoscere.

Barista, continua a seguirci sul nostro blog. Abbiamo dedicato fino ad ora più di 80 articoli ricchi di idee ed esperienze provenienti da questo settore. Non vediamo l’ora di poterle condividere anche con te.

Se vuoi diventare un membro ufficiale di barista libero iscriviti alla nostra newsletter condivideremo con te informazioni utili al tuo lavoro.

Alla tua libertà

 

Barista Libero

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: