HAI APPENA INSERITO IL TERZO KG DI CAFFÈ IN CAMPANA!

È tarda mattinata, il più è fatto, ora inizi a “rilassarti”… Queste giornate piene, da una parte ti stancano e dall’altra ti riempiono d’orgoglio.

Pensare che quando sei partito nessuno ci credeva ed invece, contro tutto e tutti, sei qui che macini lavoro tutti i giorni!

Certo è vero, sei molto sacrificato, ma la soddisfazione? Vuoi mettere?

Esser partito da consumare meno di un chilo al giorno e aver portato il tuo bar a consumarne tre chili, è qualcosa che non tutti possono vantarsi di aver fatto.

Ci è voluto tanto, sacrifici enormi: aprire la serranda la mattina prestissimo, praticamente ancora di notte, preparare la macchina del caffè, preparare i croissant.

All’inizio era divertente, poi però farlo tutti i giorni, ancora e ancora, non è stato facile, sentirsi dire da parte dei clienti e degli amici “alla fine che ci vuole a  fare il barista”, lo so che vorresti farglielo fare per qualche mese, e lo sappiamo bene che in un attimo cambierebbero idea.

Ma la concezione del nostro lavoro è questa, non ci vedono come dei professionisti, non sanno della volontà che ci vuole per affrontare tutti i giorni centinaia di persone, ognuna con una propria identità, ed essere capaci di modularsi in base ad ognuno di loro.

 La nostra forza è proprio questa, capire i clienti, e modulare l’atteggiamento a seconda del cliente; non tutti sono persone allegre: c’è chi sta più sulle sue e non vuole essere infastidito, c’è chi invece è espansivo – anche troppo – , chi va di fretta, chi ha tempo da perdere, chi è puntiglioso e chi no!

Gran lavoro il nostro, ma davvero difficile!

Ogni lavoro ha i suoi pro e i suoi contro ma il nostro, ammettiamolo, è sempre stato visto come un lavoro fatto nell’attesa di trovare di meglio.

Non nel tuo caso, tu lo fai per passione, per questo hai deciso di rischiare ed aprire la tua attività, ma le persone non ti vedono come un imprenditore!

Come mai?

Eppure hai appena messo il tuo terzo chilo di caffè in campana, significa che hai dei soldi in cassa, che hai delle persone che lavorano per te, paghi le tasse, e tante, ma non c’è mai un rispetto, come quello che può essere dato ad un imprenditore edile o al proprietario di un negozio.

Ci sembra sempre di essere imprenditori di serie B!

Perché, secondo te, avviene tutto questo?

L’abbassamento delle barriere per aprire un bar hanno portato chiunque a pensare che fosse un gioco da ragazzi!

Le torrefazioni hanno fatto il resto!

Dando incentivi e attrezzature, hanno dato accesso a questo mondo a chiunque, e tu che sei un vero un professionista vieni messo nello stesso calderone insieme a loro!

Come puoi fare per emergere e riacquistare finalmente il rispetto che ti meriti?

Non mi stancherò mai di dirlo, devi PRODURRE IL TUO CAFFÈ, e lo devi fare ora, non puoi più aspettare.

Solo in questo modo, agli occhi dei tuoi clienti, non sarai più un semplice barista ma un professionista esperto!

Leggi gli altri articoli del blog e dacci un tuo feedback. Se vuoi sapere come fare a tostare direttamente nel tuo bar il caffè, inserisci qui in basso il tuo indirizzo email e diventa finalmente un barista libero!

 

Alla tua Libertà

 

Barista Libero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: