SE STARBUCKS FOSSE NATO IN ITALIA

Facciamo il gioco dei se…

Mi diverte sempre pensare a qualche grossa azienda americana che, invece di nascere negli States, nasce in Italia.

A mio avviso ci sono due possibili strade che avrebbe potuto intraprendere la STARBUCKS ITALIANA:

  • Aprire una torrefazione, quindi solo produzione
  • Aprire un bar, quindi solo vendita

Questo è, nell’immaginario collettivo italiano, la netta separazione delle “carriere”, tipo magistrati!

Secondo molte persone, un barista deve fare il barista e il torrefattore deve fare il torrefattore!

Ora io mi chiedo

PERCHÉ?

e soprattutto

DOVE È SCRITTO? CHI LO HA DETTO?

Ma torniamo alla nostrana Starbucks.

Decidono di diventare torrefattori, fanno l’investimento, prendono il capannone, macchine industriali e via di produzione del caffè. Arrivano dai baristi, ma per poter entrare nei bar devono dargli macchine in comodato d’uso, assecondare le richieste più strane. Erano partiti con le più buone intenzioni, ma il prezzo del loro caffè inizia a lievitare, sono costretti dalle spese troppo elevate, riescono a crescere ma non riescono ad andare oltre!

INVECE

Decidono di aprire un bar, il primo Starbucks italiano, diciamo in una grande città; fanno la ricerca dei loro fornitori, acquistano il caffè da una torrefazione a prezzi esorbitanti e si rendono conto in poco tempo che, seppur animati da una gran voglia di fare, sono esattamente uguali agli altri bar, non riescono ad offrire un’esperienza diversa. Credevano di creare una multinazionale ed invece si ritrovano a sgobbare dietro ad un bancone!

PERCHÉ HO VOLUTO FARE QUESTO GIOCHINO?

Citando Will Smith in “La Ricerca della Felicità”,

“Non devi mai permettere a nessuno di dire che non puoi fare qualcosa!”.

Quando senti qualcuno dire che un barista non può essere un torrefattore, fai di tutto per dimostrargli il contrario, solo così si può cambiare un intero settore!

Io ne sono sicuro; il futuro è questo, dobbiamo solo capirlo e accoglierlo, avendo anche il coraggio di impegnarci!

Il mondo si muove in quella direzione!

Se non vuoi che arrivi Starbucks (quella vera) a farti il culo, dopo che hai sgobbato per anni dentro al tuo bar, devi cambiare qualcosa.

Stampa questa frase e ripeti, di fronte al tuo specchio, ogni mattina:

NON PUOI PENSARE DI FARE SEMPRE LE STESSE COSE E OTTENERE RISULTATI DIVERSI!!!

Più semplice di così!

Non ci vuole un genio, se lavori come lavorava tuo nonno… beh, devi ammettere che c’è qualche problema!

Non so più in che salsa dirtelo!

Avrai notato che in qualche articolo ci vado anche giù pesante. Non mi fa piacere, lo faccio per spronarti, perché più procrastini più firmi la tua condanna a morte!

So che è una decisione difficile quella che ti sto proponendo, abbandonare il tuo modello di business e stravolgerlo completamente, iniziare ad avere un controllo sul tuo prodotto, soprattutto metterci la faccia e la professionalità!

Finora qualsiasi problema che potevi avere con il caffè, delegavi la responsabilità sempre alla torrefazione: un problema con il caffè? Chiama il fornitore che ti manda l’assistenza, tanto è gratis!

Non funziona più così. Se decidi di tostare il tuo caffè, trasformando di fatto il tuo bar in una “roastery”, da una parte diventerai libero, ma dall’altra avrai delle responsabilità che fino ad oggi hai delegato completamente!

Quindi è necessario che tu prenda una decisione, perché quello a cui ti trovi adesso è un bivio: rimanere con il tuo vecchio modello di business e aspettare l’arrivo di Starbucks

O

Iniziare a produrre il tuo caffè, impegnarti e combattere contro la concorrenza ad armi pari!

Noi di barista libero siamo i fabbri che forgiano le armi per i cavalieri che decidono di combattere!

Ora la scelta sta a te!

Se vuoi sapere come fare ad avere lo scudo e una spada scintillante, pronta ad infilzare i tuoi nemici, lascia qui il tuo indirizzo email ed entra nella nostra newsletter

Alla tua libertà

Barista Libero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: