Come vendere caffè online anche se hai un bar in un piccolo paese

Di baristalibero

un grosso limite che hanno i piccoli bar presenti in piccoli paesi della nostra penisola è un bacino di utenza ristretto, so bene di cosa parlo, anche io avevo un bar in un piccolo paese e questo mi generava comunque frustrazione perché per quanti sforzi potessi fare c’era un limite che era quello della mancanza di persone, non c’erano sufficienti clienti per crescere in modo esponenziale…

Barista, la disintermediazione sta facendo DISASTRI! Come fare per non rimanere definitivamente fuori dai giochi?

Di baristalibero

“Anche nel settore del turismo, come in molti altri, la rivoluzione digitale ha disintermediato l’offerta attraverso piattaforme internet che permettono di abbattere i costi fissi facendo precipitare i prezzi, colossi come Expedia e Booking hanno trasformato 60 milioni di italiani in altrettanti tour operator, sfilando il mestiere ai professionisti.”

Il tuo torrefattore ha venduto il caffè al Bar di fronte al tuo, nonostante ti avesse promesso l’esclusiva per quella zona?

Di baristalibero

Succede tutti i giorni, il barista decide di affidarsi ad una torrefazione che sul momento gli promette mari e monti fino alla firma del contratto, a detta del rappresentante “una semplice formalità”, salvo poi ritrovarti incatenato a quell’azienda e scoprire che il tuo competitor diretto ha messo il tuo stesso caffè.

Sbaglio? Ti sei mai ritrovato in questa situazione?

Metti fine alla processione di fornitori davanti alla porta del tuo bar

Di baristalibero

Tutti i santissimi giorni davanti alla mia porta una fila interminabile di venditori di qualsiasi cosa, i prodotti più disparati, spero vivamente di essere stato io quello sfortunato e che tu venga lasciato in pace, ma sinceramente sono sicuro del fatto che succede anche a te di avere la processione di fornitori davanti alla tua porta, ci scommetterei,

ho fatto centro vero?